Confronto tra piattaforme a colonna vs piattaforme verticali

Le piattaforme aeree sono macchinari utilizzati per sollevare oggetti e persone e svolgere dei lavori ad alta quota in totale sicurezza. Esistono, però, diverse tipologie di piattaforme, differenti per forma, alimentazione, dimensioni e capacità di carico. In particolare, vediamo in seguito le principali differenze tra le piattaforme a colonna e quelle verticali.

Le piattaforme aeree a colonna: caratteristiche

Le piattaforme aeree a colonna vengono utilizzate principalmente nel settore industriale e sono un’alternativa a quelle tradizionali PLE (Piattaforme di Lavoro Elevabili). Questi macchinari sono caratterizzati da dimensioni ridotte e, di conseguenza, sono capaci di  muoversi con facilità e in sicurezza in ambienti ristretti.

Le prestazioni di tali piattaforme sono elevate ed efficienti, in quanto è possibile utilizzarle anche in spazi ristretti e su superfici pavimentate. Ma non solo, permettono di poter svolgere il lavoro in alta quota con la massima stabilità garantendo un alto livello di sicurezza all’operatore.

Ad esempio, le piattaforme aeree verticali a colonna Star hanno un’elevata agilità e le loro dimensioni compatte, il motore AC e il sistema di sollevamento verticale le rendono facili da manovrare in spazi molto stretti, sia all’interno che all’esterno e anche su superfici stabili. La piattaforma si può estendere e questo consente di usufruire di uno spazio ulteriore.

I modelli dotati di jib, invece, possono superare facilmente gli ostacoli e sono dotati un ingombro di coda eccezionale di 0cm, che li rende molto semplici da manovrare. Il modello PICKING, invece, è pensato per i lavori di distribuzione e logistica ed è dotato di una piattaforma con un sistema di sollevamento elettrico.

Le piattaforme aeree verticali

A differenza delle precedenti, le piattaforme aeree verticali sono formate da un carro semovente su cui poggia un braccio, in grado di compiere un movimento verticale. Quest’ultimo solleva un cestello, in cui sono riposti i comandi che l’operatore utilizza per raggiungere l’altezza necessaria.

Tale piattaforme possono raggiungere altezze che variano dai 4 metri ai 20 metri e sono ideali per svolgere lavori in spazi ristretti. Il principale vantaggio di questi strumenti è rappresentato dalla grande stabilità: le piattaforme verticali, infatti, sono usate anche per svolgere lavori di precisione e complessi, come dipingere le pareti.

In qualunque caso però, è sempre bene partire dal lavoro che si deve compiere, dalla sua portata e dallo spazio a disposizione. Solo così si può esser certi di scegliere la piattaforma più adatta alla proprie esigenze e necessità.

Vuoi acquistare o noleggiare una piattaforma aerea?

Se desideri noleggiare o acquistare una piattaforma aerea, noi di Italiana Elevazione forniamo un ampio catalogo tra cui potrai scegliere. Grazie ai nostri esperti potrai scegliere il macchinario che più risponde alle tue necessità, offrendo un supporto a 360 gradi. Consulta il nostro sito o scrivici per ulteriori informazioni.